• Italiano (IT)
    • English (UK)
SPA NEW YORK PALACE HOTEL

SPA NEW YORK PALACE HOTEL

by Simone Micheli Architectural Hero

SPA NEW YORK PALACE HOTEL

SPA NEW YORK PALACE HOTEL

by Simone Micheli Architectural Hero

 

Uno dei più prestigiosi alberghi di Budapest, lo storico New York Palace, di proprietà della Boscolo Hotels, ospita al suo piano interrato la strepitosa SPA, firmata dell’Architetto Simone Micheli.

“Quando Angelo Boscolo mi chiamò per progettare questo spazio destinato alla rigenerazione psico-fisica ed al ludico relax, nell’incantata location del New York Palace di Budapest, pensai subito che avrei dialogato con lo straordinario storico esistente architettonico, attraverso la definizione di un luogo anti-mimetico che raccontasse una storia emozionante legata alla nostra contemporaneità. Parlai con Angelo, e la sua “interattiva” famiglia, di questa idea, della volontà di esaltare la sfera sensoriale degli ospiti attraverso un progetto dai tratti forti, decisi e seducenti, parlai con loro di “sinestesia”.

Dopo pochi scambi di vedute tutto fu chiaro! Il Gruppo Boscolo mi aveva scelto per la realizzazione di un’opera ipercontemporanea, che fosse tanto forte quanto la prestigiosa ottocentesca archica struttura, e che fosse in grado di divenire il riferimento iconico per il futuro dei centri benessere nel mondo, capace di coinvolgere gli utilizzatori in una dimensione tridimensionale mai vista.

Io ero felice di compiere un nuovo passo verso il futuro secondo il mio credo architettonico ed i miei riferimenti contenutistici e formali, ero e sono felice di aver trovato nuovi valenti “compagni d’avventura” con cui condividere sogni e realizzazioni d’eccellenza. Da queste premesse concettuali è nata la “super spa” del New York Palace”. E’ un manifesto tridimensionale del possibile e voluto connubio tra architettura, sensorialità e benessere, della sinergia e commistione tra arredi che tendono al concettuale, ma assolutamente funzionali, forme plastiche e fluide, e l’esperienza privata dell’ospite che percorre questo spazio, un sogno magnifico che tende all’irreale.

Si tratta di una sinestetica riflessione volumetrica, visiva e contenutistica che intende identificare un percorso per la celebrazione del rapporto tra uomo, spazio costruito e benessere, tra scalarità teoriche e verità compositive, tra materia, superfici, luce, colore, suono, profumo ed acqua. Un luogo interattivo, ibrido, emozionante ed anticanonico, caratterizzato da una zona di accettazione-reception, da percorsi di distribuzione con piccoli poli di esposizione di prodotti per la cura del corpo, dagli spogliatoi uomo-donna, da un’area fitness, dalle cabine per i trattamenti, da un bar, dalla zona umida con sauna, bagno turco, docce, fabbricatore di ghiaccio e spazio relax, e da una piscina-bar connotata da multipli giochi d’acqua.

Tutto è disegnato per integrare e cullare l’ospite in questo sogno: un nuovo centro benessere capace di vivere sia il giorno che la notte. Le murature sono state rivestite fluidamente con plastiche e dinamiche superfici realizzate in gesso e finite con resina bianca lucida. Si crea una materica cortina bianca che veste tutte le pareti con un andamento sinuoso ed organico, ed un gioco di luci ed ombre che queste superfici proiettano su se stesse (grazie all’illuminazione dinamica puntiforme posta a pavimento) che smaterializza e traspone l’immagine stereotipata dello spazio-scatola nella scenografia assoluta.

Tutto il progetto illuminotecnico partecipa a questo intento: in queste forme armoniche e curvilinee sono incastonati faretti a led a luce blu. Si percorrono questi spazi camminando su una pavimentazione scabra in ardesia naturale nera, ed alla matericità e plasticità di tutto quello che ci circonda si contrappongono le totemiche steli di divisione degli ambienti, rivestite in laminato stampato con immagini di ghiaccio colorato, ed i volumi puliti ed essenziali dei mobili espositori per i prodotti di bellezza finiti in laminato nero lucido, illuminati con fibre ottiche che emergono da tubolari di alluminio.

Al centro di un’area circolare a cui si accede direttamente dalla hall e dai piani delle camere, trova posto la reception, un grande desk anch’esso circolare rivestito in laminato raffigurante immagini di ghiaccio colorato, che contiene ed isola la zona dedicata al lavoro.

Tutto il centro benessere si snoda e si sviluppa intorno a questa hall centrale. Alle pareti sagomate talvolta si contrappongono e danno respiro netti e rigorosi rivestimenti parietali in specchio con grandi satinature verdi che giocano con lo spazio. Si giunge così agli spogliatoi, caratterizzati dalle lastre nere di ardesia naturale a spacco morbido, che rivestono sia pavimenti che le pareti, da un controsoffitto in laminato stampato con immagini di ghiaccio colorato e da arredi in laminato nero lucido.

Proseguendo questo percorso sensoriale si arriva al cuore vero e proprio del centro: una nuova stele in laminato nasconde i doccioni a scroscio per il massaggio delle spalle, segnandone l’ulteriore sviluppo. A destra trova spazio la zona fitness, il bar, costituito da un bancone rivestito in laminato nero lucido, con alla parete retrostante uno specchio con satinature verdi e mensole sempre in laminato nero lucido retroilluminate con luce blu, e l’area delle salette per i trattamenti del corpo, tutte dotate di lavabo e docce, esternamente rivestite in specchio con porte in laminato nero lucido con grandi maniglioni in acciaio inox lucido che richiamano le forme delle satinature verdi degli specchi stessi, internamente con una parete in pietra nera come a pavimento, mentre le altre sono verniciate colore nero e costellate da piccoli specchi colorati, che determinano giochi di immagini e luci riflesse.

A sinistra si sviluppa invece la zona umida del centro: sauna, bagno turco, docce aromatiche, docce a cascata, fabbricatore di ghiaccio, acque ghiacciate, acque calde, offrono al cliente una totale immersione in una dimensione “uterina”. Alcune steli in laminato dividono questo spazio creando nicchie protette in cui rilassarsi sotto delle macro-docce. Una enorme vetrata segnata dalle grandi satinature verdi separa e suddivide le altre docce del centro.

La pavimentazione in pietra naturale a spacco ed i soffitti verniciati colore nero caratterizzano anche la zona relax con comode ed affascinanti chaise longue che permettono di rilassarsi in un’atmosfera onirica e surreale, enfatizzata dalle multi-proiezioni. Emerge poi lo spettacolare spazio della piscina-idromassaggio, con la pavimentazione in pietra nera e la parete in gesso bianco e resina che avvolge l’involucro murario creando di nuovo un fluido frammento di cielo grazie alle sottili e puntuali luminescenze blu dei led incassati.

La vasca, che presenta un piano di appoggio per servire cocktail a bordo piscina, è rivestita in mosaico vetrificato marrone ed argento, al cui interno trovano posto variabili effetti illuminotecnici e dʼacqua, determinati da una consolle computerizzata. La scenografica cascata che scende da una grande lastra nera a soffitto così come le musiche diffuse dalle casse acustiche subacquee, rendono unico ed esclusivo questo spettacolare percorso di benessere nellʼacqua. Siamo di fronte ad una progettazione totale e ad una straordinaria ricerca di emotività.

Gli spazi sono trattati come frammenti di architettura con la precisa affermazione di una seducente teatralità che arriva ad interagire con tutte le sfere sensoriali. Eʼ un luogo immaginato per suggestionare e stimolare ogni frammento spaziale e materico e concepito per generare plurime interazioni e combinazioni concettuali e sensuali.

La Spa dell’Hotel New York, progettata dall’architetto Simone Micheli, offre ai suoi visitatori la possibilità di rigenerarsi e di vivere nuove esperienze sensoriali in un contesto architettonico emozionale “altro”, in un sogno divenuto materia, unico, spettacolare, destabilizzante, offrendo loro una dimensione di stupefacenti sorprese ed esaltazioni emotive. In tutti gli spazi interessati dal progetto, profumi, luci variabili, suoni, divengono nodali entità complementari per l’esaltazione delle tematiche “archiche”.

Contributi Italiani al progetto

Interior design

  • Simone Micheli Architectural Hero

    Simone Micheli Architectural Hero

    Nome:
    Simone Micheli Architectural Hero
    Indirizzo:
    Via Aretina 197r 199r 201r - 50136 Firenze (FI)
    Contract:
    Alberghi, Spa, Spazi Pubblici
    Settore:
    Studi di progettazione
    Attività/Prodotto:
    Architetti
    Sito web:
    www.simonemicheli.com
    Email:
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
     
VAI AL TOP