• Italiano (IT)
    • English (UK)
Harvard Art Museums Renovation and Expansion

Harvard Art Museums Renovation and Expansion

by Renzo Piano Building Workshop

 

I tre musei d'arte dell'Università di Harvard - il Fogg, Busch-Reisinger il e il Sackler - sono stati riorganizzati e potenziati in un’unica struttura, la Galleria d’Arte di Harvard, sul sito attuale del Fogg Museum a Quincy Street. Il cortile storico restaurato del Fogg Art Museum sarà il cuore dei 18.500 mq del nuovo spazio museale.

Il nuovo impianto combinerà l’edificio protetto del Fogg, di epoca georgiana, e la nuova aggiunta sul lato est, lungo Prescott Street. Una nuova struttura vetrata sul tetto unirà il vecchio con il nuovo. L'aggiunta sul tetto, progettato con sensibilità alle strutture storiche circostanti, consentirà l’accesso controllato della luce naturale nel laboratorio di conservazione, nei centri di studio e nelle gallerie, nonché nel cortile sottostante.

L'edificio originale del 1920, progettato dagli architetti Coolidge, Shepley, Bulfinch e Abbot, è stato il primo nel suo genere: univa spazio museale, insegnamento e conservazione in un unico edificio, con l’intento di promuovere la formazione. Seguendo questa tradizione, il nuovo centro è progettato per rendere la raccolta di 200.000 oggetti più accessibili all'insegnamento e all'apprendimento.

Tutte le aggiunte post-1925 ed alterazioni sono state demolite per far posto alla nuova estensione in Prescott Street. Tutti gli aspetti del palazzo storico - strutturali, meccanici e tecnici - saranno restaurati e aggiornati.

Gallerie e centri di studio sono stati significativamente ampliati: i centri studi, fulcro del museo, si trovano al centro dell'edificio al livello quattro. Il laboratorio di conservazione continua ad occupare la parte superiore dell'edificio, sopra il centro di studi e sotto la nuova copertura vetrata. Servizi pubblici e spazi di supporto per gli eventi speciali sono stati ampliati e modernizzati, e comprendono un auditorium di 294 posti a sedere al piano seminterrato.

Mentre l'ingresso originario si affaccia sul campus universitario, un nuovo ingresso su via Prescott apre simbolicamente il museo alla comunità locale. Le viste dalla corte interna verso entrambe le entrate aiutano i visitatori ad orientarsi. A queste si aggiungono viste secondarie, attraverso la caffetteria e il negozio, verso Broadway e Carpenter Center.

All'estremità nord dell’ampliamento, oltre il volume della galleria è stato progettato un giardino d'inverno. La sua vetrata, insieme ad altre che si trovano sullo spazio espositivo al primo piano, permettono uno sguardo interno al museo a chi si trova per strada e portano la luce del giorno all'interno dell'edificio in modo molto controllato.

  • Renzo Piano Building Workshop

    Renzo Piano Building Workshop

    Nome:
    Renzo Piano Building Workshop
    Indirizzo:
    Via Rubens, 29 - 16129 Genova (GE)
    Contract:
    Aeroporti, Alberghi, Banche, Barche, Case, Centri commerciali, Centri congressi, Centri culturali, Centri direzionali, Centri sportivi, Edifici religiosi, Grandi magazzini, Immobili, Industrie, Musei, Navi, Ospedali, Palazzi governativi, Spazi Pubblici, Teatri, Uffici
    Settore:
    Studi di progettazione
    Attività/Prodotto:
    Architetti
    Sito web:
    www.rpbw.com
    Email:
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
     
VAI AL TOP